Telefono Azzurro e operatori di telefonia per aiuti terremoto

Tutto sul mondo dell'informatica

Moderatore: Moderatore

Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
apsa
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13817
Iscritto il: 24/01/2007, 21:13
Località: roma

Telefono Azzurro e operatori di telefonia per aiuti terremoto

#1 Messaggio da apsa » 08/04/2009, 7:17

Telefono Azzurro e operatori di telefonia per aiuti terremoto

"...Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia, che, d’intesa con il Dipartimento della Protezione civile, hanno attivato la numerazione solidale 48580 per raccogliere fondi a favore della popolazione dell’Abruzzo gravemente colpita dal terremoto. ..."

Qui l'articolo
http://quotidianonet.ilsole24ore.com/20 ... urro.shtml
Milano, 6 aprile 2009 - Scendono in campo anche gli operatori di telefonia mobile Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia, che, d’intesa con il Dipartimento della Protezione civile, hanno attivato la numerazione solidale 48580 per raccogliere fondi a favore della popolazione dell’Abruzzo gravemente colpita dal terremoto.

Ogni Sms inviato contribuirà con un euro, che sarà interamente devoluto al Dipartimento della Protezione civile per il soccorso e l’assistenza. Il sistema sarà operativo dalle ore 23 di stasera.

Dalle ore 9 di domani, sarà possibile donare 2 euro attraverso chiamata da rete fissa di Telecom Italia, utilizzando lo stesso numero: 48580. La Protezione Civile fornirà tutte le indicazioni sull’utilizzo dei fondi raccolti.

Wind accreditera’ 5 euro di traffico gratuito a tutti i suoi clienti di telefonia mobile presenti sul territorio colpito dal terremoto. L’operazione, informa l’ l’azienda, assicurera’ la continuita’ di comunicazione indipendentemente dal credito disponibile sulla scheda telefonica. Inoltre Wind ‘’continua a rafforzare la copertura del territorio colpito attraverso specifiche attivita’ tecniche. Cinque unita’ mobili sono state inviate nella zona e sono a disposizione della Protezione civile per contribuire a garantire i servizi di comunicazione nei punti di maggiore concentrazione’’.

"Tim informa che sono stati accreditati 10 euro di traffico gratuito sulla tua linea. Un piccolo aiuto in questo momento di emergenza’’. E’ il messaggio che la Tim ha inviato a 290mila utenze nella zona della provincia de L’Aquila colpita la scorsa notte dal terremoto.

TELEFONO AZZURRO:TASK FORCE OPERATIVA PER FAMIGLIE

“Telefono Azzurro è disponibile ad intervenire a supporto della Protezione civile. Operatori esperti nell’intervento in situazioni traumatiche come questa e volontari, sono pronti a raggiungere l’Abruzzo per prestare un primo soccorso psicologico ai bambini e agli adolescenti e alle famiglie coinvolte in questo dramma”.

Lo ha comunicato Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro. “E’ fondamentale offrire assistenza pratica e informazioni per aiutare i sopravvissuti ad affrontare le necessità più immediate, non solo da un punto di vista fisico, ma anche psicologico. Da questo punto di vista, i bambini e gli adolescenti hanno bisogno di essere rassicurati, ascoltati, protetti, di essere aiutati ad evitare risposte di chiusura e isolamento. Anche i media, nella loro fondamentale opera di informazione - ha aggiunto Caffo - debbono ricordarsi che i bambini sono davanti allo schermo del televisore: determinati dettagli - a maggior ragione se ripetutamente riproposti - possono accrescere la loro ansia e le loro paure, soprattutto quando siano raccontate storie drammatiche che riguardano altri bambini. Infine va ricordato che, coerentemente con la Carta di Treviso, i bambini vittime di eventi traumatici non devono essere intervistati o prendere parte a trasmissioni che possano turbare il loro sviluppo psico-fisico”.

Una tragedia come quella avvenuta in Abruzzo non porta con sé purtroppo solo i gravissimi danni materiali alle persone ed alle cose, ma colpisce a livello psicologico chi ne è coinvolto, soprattutto i bambini, indifesi rispetto ad eventi così catastrofici. E’ per questo che Telefono Azzurro, sulla scorta delle esperienze maturate in passato, si è reso disponibile ad intervenire, mettendo a disposizione una task force composta da operatori esperti sull’assistenza in eventi traumatici e da volontari, per raggiungere nei prossimi giorni le zone colpite dal sisma.
A scuola andavo sempre benissimo.
Era al ritorno che spesso mi perdevo.


Andrea

Rispondi